I vigneti dell'azienda si estendono per diverse decine di ettari immersi nel nobile comprensorio vitivinicolo tra Gioia del Colle, Sammichele di Bari ed Acquaviva delle Fonti, in località Parco Giumenta, San Pietro del Baronaggio e Macchia delle Sorbe.

Il sistema di allevamento è a cordone speronato con un numero di viti per ettaro pari a 6.800 ed una resa media per ettaro di circa 70 quintali.
I terreni sono situati ad un'altitudine di 330 metri sul livello del mare e la loro composizione è calcarea, argillosa, ricca di ferro, magnesio e sali minerali.
Nei terreni dell'azienda vengono coltivati prevalentemente due grandi vitigni autoctoni pugliesi: il Primitivo di Gioia del Colle e il Fiano.
Il Primitivo di Gioia del Colle ha origini che probabilmente risalgono al XVIII secolo, quando l'abate Francesco Indellicati scoprì, nelle terre di Gioia del Colle, questo vitigno caratterizzato da una maturazione precoce delle uve e decise di ribattezzarlo con il nome di Primativo.
Il Fiano (noto anche come Fiano Minutolo o Fiano Aromatico) è un vitigno autoctono pugliese a a bacca bianca da poco riscoperto e da cui nascono vini bianchi di grande soavità e vigore aromatico.

#
© EMMECIDUE